Quando Inviare La Newsletter

Email Marketing – Quando inviare la newsletter ?

Oggi ho pensato di approfondire un argomento riguardante l’email marketing che avevo solo accennato in un post dal titolo: come fare email marketing di poco di un mese fa.

NON tutti i giorni della settimana vanno bene per l’invio della newsletter! Ci sono infatti dei giorni da evitare e altri decisamente migliori.

Il Lunedì, peggio ancora se di mattima, è un giorno da evitare – molti dei Vostri destinatari riaprono il loro programma di posta elettronica dopo il week end e vengono così “invasi” di nuovi messaggi, molti dei quali vengono cancellati senza neanche essere letti.

Il Venerdì è un altro giorno da evitare, specialmente il pomeriggio, perchè gli utenti potrebbero essere più interessati ad organizzarsi il week end piuttosto che leggere la posta, il rischio è che le email vengano lasciate in stand BY fino a lunedì mattina, che come abbiamo appena visto è un altro GIORNO “OUT”!

Per quanto riguarda il Sabato e la Domenica c’è poco d’aggiungere a quanto “detto” per il Venerdì, e va altresì ricordato che la maggior parte delle email vengono lette dall’ufficio e in questi due giorni solitamente gli uffici restano chiusi.

Restano il: Martedì, Mercoledì, e Giovedì quando i destinatari NON sono distratti e più concentrati, personalmente quando posso invio le newsletter che gestisco sempre di Martedì.

Abbiamo visto quali sono i giorni migliori e quelli da evitare per l’invio della Vostra newsletter tuttavia è bene dire che anche l’orario dell’invio è molto importante.

Quali sono gli orari da evitare ?

  • Dalle 22 di sera alle 9 del mattino successivo ( nanna e preparativi + viaggio per recarsi in ufficio );
  • dalle 10,30 alle 12,30 ( si lavora sodo );
  • dalle 12 alle 14 ( pranzo );
  • dalle 14 alle 15 ( si risponde alle email lavorative ).

Quando è il momento giusto ?

  • Dalle 9 alle 10,30 ( il destinatario è fresco e appena arrivato in ufficio );
  • dalle 15 alle 17,00 ( si trova sempre il tempo per dare un’occhiata alla posta ).

Secondo le statistiche dei miei partners SITOVIVO dalle 17 alle 19 i clienti sono PIU’ predisposti verso l’apertura di email B2B.

Nel pre e dopo cena dalle 19 alle 22 viene suggerito l’invio di offerte su shopping on line, sport e fitness.

Altre cose da sapere!

Gli elementi che abbiamo visto fino a questo momento NON sono gli unici da considerare prima di inviare una newsletter o qualunque altra attività di email marketing.
A seconda del target potrebbero esserci altri elementi da tenere in considerazione; per esempio: le mamme leggono subito prima di pranzo, gli studenti nel tardo pomeriggio.

Se la comunicazione riguardasse un evento organizzato nel fine settimana sarebbe sbagliato NON fare l’invio anche di Venerdì.

Se inviate newsletter internazionali NON dimenticatevi del fuso orario.

Non dimenticatevi di monitorare attentamente i risultati.

🙂

Fabio Dell'Orto on EmailFabio Dell'Orto on Linkedin
Fabio Dell'Orto
Digital Project Manager - SEO&SEM Specialist - WebCreativi
Analista programmatore per 20 anni, nel 2001 si innamora perdutamente di Internet ed in particolare di SEO (Search Engine Optimization) e incomincia a studiare Google e ad occuparsi di posizionamento sui motori di ricerca.

E’ l’ideatore del Blog Degli Orologi, il primo blog italiano interamente dedicato al mondo dell’orologeria, e responsabile del progetto Citizenmania, blog community degli appassionati delle tecnologie Citizen. Ha collaborato con importanti società nazionali e miultinazionali come Liolà, Gruppo Orlandi, Trussardi e Giuseppe Bianchi SpA.
1 commento
  1. Fabio Pagano
    Fabio Pagano dice:

    A prescindere dal giorno o dall’ora dell’invio, le email realmente aperte hanno 2 caratteristiche:

    1- interessano il destinatario

    2- vengono ricevuto nel momento QUANDO DECIDE il destinatario….
    (e NON l’azienda).

    Ecco perchè la “newsletter” è morta, nel senso di un ridotto conversion rate, rispetto agli anni d’oro di diversi anni fa,
    se con contenuti esclusivamente promozionali.

    Mentre è assolutamente viva e vegeta l’email, come mezzo di comunicazione, ma utilissima
    se usata in maniera automatica, dove ciascun utente/potenziale cliente/destinatario la riceve on-demand
    (quando e solo se gli interessa e chiede lui spontanamente quelle informazioni).

    In un sistema di lead generation è assolutamente utile l’email con contenuti educativi/formativi a puntate,
    per aumentare la fiducia, il ricordo del marchio e far percepire i problemi e le possibili soluzioni a cui l’utente forse non pensava affatto, o non sapeva come risolvere…

    In sintesi IL QUANDO inviare una email:

    a) la newsletter significa che il QUANDO lo decide l’azienda…

    b) in una sequenza automatica di lead generation formativo/educativa
    il QUANDO lo decide l’utente… 😉

    Rispondi

Trackbacks & Pingbacks

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *