Google Map Maker

Google Map Maker la novità che vi aiuta mettere il mondo sulle mappe

Google Map Maker è un servizio collaborativo progettato e distribuito da Google IncGoogle Maps.
Il progetto è simile a OpenStreetMap, e permette di espandere le mappe schedate dal servizio di mappe Google Maps, creato e distribuito dalla stessa società.
Fonte WIKIPEDIA

E’ bene chiarire che non siete di fronte a una novità assoluta tuttavia “la cosa nuova” sta nel fatto che da pochissimo anche in Italia si possono suggerire a Google aggiornamenti alle mappe con dati locali.
Google Map Maker si basa su uno dei verbi più di moda su Internet, la condivisione !

Google si aspetta un aiuto da tutti noi per aiutarlo a recensire nuovi luoghi oppure per aggiornarne le informazioni che una volta ricevute ed esaminate, se valide, verranno inserite in automatico su Google Maps (in versione desktop e device mobili) e Google Earth.

L’annuncio ufficiale arriva direttamente dal Google Italy Blog.

Come si fa ad aggiungere oppure aggiornare un luogo con Google Map Maker ?

Bisogna collegarsi alla pagina ufficiale e con un minimo di pazienza capire il funzionamento dell’applicazione.
Tutte le modifiche che verranno inserite possono corrette in caso di errore e per ogni azione avrete a disposizione delle pratiche indicazioni che vi guideranno nella modifica.

Fabio Dell'Orto on EmailFabio Dell'Orto on Linkedin
Fabio Dell'Orto
Digital Project Manager - SEO&SEM Specialist - WebCreativi
Analista programmatore per 20 anni, nel 2001 si innamora perdutamente di Internet ed in particolare di SEO (Search Engine Optimization) e incomincia a studiare Google e ad occuparsi di posizionamento sui motori di ricerca.

E’ l’ideatore del Blog Degli Orologi, il primo blog italiano interamente dedicato al mondo dell’orologeria, e responsabile del progetto Citizenmania, blog community degli appassionati delle tecnologie Citizen. Ha collaborato con importanti società nazionali e miultinazionali come Liolà, Gruppo Orlandi, Trussardi e Giuseppe Bianchi SpA.
1 commento
  1. Paolo
    Paolo dice:

    Una notizia davvero interessante, negli Stati Uniti è in funzione da alcuni anni e a mio parere dando un’occhiata alle mappe americane si vede.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *