Google Mobile SEO

Per avere risultati SEO devi essere mobile friendly

Ci sono milioni di persone che ogni giorno cercano prodotti e servizi su Google.

Quando si tratta di cercare su dispositivi mobili, gli utenti dovrebbero ottenere i risultati più facilmente fruibili con il loro dispositivo.

Nei nostri corsi da almeno due anni ci sforziamo di convincere i partecipanti a capire quanto sia importante avere un sito ottimizzato per i dispositivi mobile.

E’ nell’interesse di Google dare sempre risultati di qualità, solo in questo modo gli utenti continueranno a cercare informazioni su questo motore di ricerca e quindi anche a cliccare i suoi risultati sponsorizzati 🙂

Ne si evinceva che NON avere un sito mobile friendly era a nostro parere penalizzante per il posizionamento su GOOGLE in quanto teoricamente si abbassava l’indice di qualità di un sito web.

Da giovedì 25 febbraio questa NON è più una ragionevole ipotesi dei Webcreativi ma una certezza.

La fonte della notizia è estremamente autorevole perchè arriva direttamente dall’ Official Google Webmaster Blog 🙂

A partire dal 21 Aprile 2015 i SITI MOBILE FRIENDLY avranno un impatto significativo nei risultati di ricerca.

Qui sotto il link dove trovate questa importante comunicazione.

http://googlewebmastercentral.blogspot.it/2015/02/finding-more-mobile-friendly-search.html

Fabio Dell'Orto on EmailFabio Dell'Orto on Linkedin
Fabio Dell'Orto
Digital Project Manager - SEO&SEM Specialist - WebCreativi
Analista programmatore per 20 anni, nel 2001 si innamora perdutamente di Internet ed in particolare di SEO (Search Engine Optimization) e incomincia a studiare Google e ad occuparsi di posizionamento sui motori di ricerca.

E’ l’ideatore del Blog Degli Orologi, il primo blog italiano interamente dedicato al mondo dell’orologeria, e responsabile del progetto Citizenmania, blog community degli appassionati delle tecnologie Citizen. Ha collaborato con importanti società nazionali e miultinazionali come Liolà, Gruppo Orlandi, Trussardi e Giuseppe Bianchi SpA.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *