Landing Page Efficaci

Siti web usabili (settima parte) landing page efficaci

Una landing page è una pagina web del tuo sito che ha come principale obiettivo convincere l’utente ad eseguire l’azione di conversione a cui sei interessato; avviene una conversione quando un utente ha fatto per esempio una richiesta informazioni oppure si è iscritto ad un servizio o ha acquistato sul tuo sito web.

Un utente visita una landing page dopo aver cliccato:

  • un banner pubblicitario;
  • un risultato su un motore di ricerca;
  • un click da una newsletter;
  • un click da un collegamento sponsorizzato;
  • un click da un social media.

L’utente medio dopo il click avvenuto in una di queste circostanze si aspetta di trovare una pagina con qualcosa di preciso dove egli possa scegliere e/oppure approfondire esattamente quello che stava cercando senza essere costretto a fare nuove ricerche all’interno del sito in cui si trova.

Se adesso tutto questo ti sembrerà ovvio in realtà non è sempre così, ti è sufficiente provare a fare una ricerca su Google per capire che molti dei risultati dedicano scarsa attenzione alla progettazione delle landing page.
Ancora troppi inserzionisti infatti si concentrano soprattutto sull’annuncio pensando che sia la cosa più importante, ma è nulla in confronto a fargli accettare l’offerta che gli viene proposta.

Qualche suggerimento per creare landing page efficaci

1) Prima di tutto serve un layout semplice con solo i contenuti necessari per portare l’utente alla conversione, non bisogna disperdere assolutamente la sua attenzione ma guidarlo, passo dopo passo, verso l’invito all’azione necessario per perseguire il TUO obiettivo che è anche il SUO. 🙂

2) Fai in modo che l’utente trovi una headline semplice ma dal forte impatto.
L’headline non è altro che il titolo presente nella testata della landing page che deve essere convincente, coinvolgente e coerente con quello che l’utente sta cercando.

3) Il pulsante con la call to action deve essere facilmente individuabile.
Non sai cosa sia una call to action? Non è altro che il link oppure il pulsante (meglio) per consentire di completare l’azione desiderata dall’utente e date :).
E’ preferibile che sia raggiungibile senza alcun o scroll della pagina, inoltre questo semplice accorgimento aiuta l’utente ad avere un insieme delle informazioni visibile a colpo d’occhio.

4) In una landing page devono esserci pochi link verso altre pagine del tuo sito perchè rischiano di fuorviare l’attenzione del visitatore.

5) Impara a raccogliere e aggiungere testimonianze di altri tuoi clienti, ma anche: certificazioni, sistemi di pagamenti sicuri e tutto ciò che può servire a rassicurare l’utente.

La grafica di una landing page

L’obiettivo degli elementi grafici è quello di attirare l’attenzione del visitatore della pagina e guidarne lo sguardo verso aree specifiche dando enfasi al testo contenuto.
Abbiamo ottenuto i migliori risultati utilizzando la grafica per evidenziare solamente gli elementi chiave della landing page e l’azione di conversione.
Importante – Elimina qualsiasi componente visuale che potrebbe attrarre l’attenzione dell’utente lontano dall’obiettivo di conversione.

Font layout e URL di una landing page

La tua landing deve essere il più facile possibile da leggere altrimenti gran parte degli utenti abbandonerà la pagina solo a causa della sensazione che sia troppo stressante leggerla tutta.
L’indirizzo della pagina deve essere facile la leggere e da ricordare ma anche da digitare nel caso che sia utilizzato anche off site.

Segui tutta serie intitolata SITI WEB USABILI:

1° partela scelta del dominio;
2° partela scelta dell’hosting;
3° partela scelta del CMS;
4° partela home page;
5° parteIl traffico naturale;
6° parteIl traffico a pagamento;
7° partelandig page efficaci;
8° partel’analisi dei risultati;
9° parteconnessione con i visitatori.

Fabio Dell'Orto on EmailFabio Dell'Orto on Linkedin
Fabio Dell'Orto
Digital Project Manager - SEO&SEM Specialist - WebCreativi
Analista programmatore per 20 anni, nel 2001 si innamora perdutamente di Internet ed in particolare di SEO (Search Engine Optimization) e incomincia a studiare Google e ad occuparsi di posizionamento sui motori di ricerca.

E’ l’ideatore del Blog Degli Orologi, il primo blog italiano interamente dedicato al mondo dell’orologeria, e responsabile del progetto Citizenmania, blog community degli appassionati delle tecnologie Citizen. Ha collaborato con importanti società nazionali e miultinazionali come Liolà, Gruppo Orlandi, Trussardi e Giuseppe Bianchi SpA.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *